Make your own free website on Tripod.com

Dal Secolo XIX del 07/11/2001

Polemiche in Consiglio Comunale da parte del gruppo Timone

"D'Accordo con il Porticciolo ma l'arenile è a rischio erosione"

Varazze. Si giocano sulla spiaggia la battaglia ed il futuro del nuovo porto gioiello da 750 posti barca, che non si presenta come un "mostro", ma un approdo super tecnologico e al tempo stesso perfettamente inserito (ammissione degli stessi ambientalisti) nella fascia costiera. L'altra sera, mentre il consiglio comunale ha tratto le deduzioni alle osservazioni al progetto definitivo, Forza Italia, rappresentata in consiglio dal gruppo "Timone", ha colto l'occasione per sparare a zero su sindaco e amministrazione. Secondo i due esponenti della minoranza, la giunta Busso dimostrerebbe «preoccupante superficialità» verso il temuto rischio di ulteriore erosione dell'arenile. Forza Italia, che ha votato contro le deduzioni, invita inoltre il sindaco (che ha accusato gli azzurri di ambiguità) a «guadarsi in casa. propria e precuparsi del fatto che solo l0 su tredici dei suoi consiglieri hanno votato». «Ci pare - afferma il coordinatore di F.I., Andrea Valle -che si stia alimentando ad arte molta confusione. L'altra sera, non si è votato sì o no al porto il Consiglio comunale si è espresso sulle osservazioni pervenute. Noi, anche a livello regionale, siamo favorevoli all'operazione, perchè siamo certi che migliorerà il quadro economico e d'immagine della città. Esprimiamo però grave disappunto per la superficialità con cui viene considerato il rischio erosione dell’arenile. Nessuno può garantire con certezza se il nuovo manufatto lo salvaguarderà. Crediamo agli studi svolti dalla "Giostel” (in Francia e Olanda, ndr) ma siamo pienamente allineati con i Bagni marini quando chiedono maggior impegno in fase di garanzia. Perché il Comune non pone come condizione ai privati di entrare, eventualmente, a far parte di un consorzio che, in malaugurato caso di depauperamento della spiaggia, potrebbe ad esempio procedere alla creazione delle dighe soffolte, che gli stessi Bagni invocano da anni? Ci preoccupa la superficialità con cui si affronta lo specifico problema. Ma siamo convinti che il nuovo porto, cambierà in meglio Varazze».

Angelo Regazzoni