Make your own free website on Tripod.com

Dal Secolo XIX del 19 dicembre 2001

Forza Italia "chiama" Genta ma il leader Ferrania dice no

Le candidature politiche, si sa, non sono mai facili. Spesso per decidere su chi puntare ci vogliono mesi e mesi di ragionamenti e analisi. Quello del sindaco del centrodestra a Savona, però, è un parto particolarmente lento e complesso. Nomi non ne escono, quei pochi vengono subito smentiti. E una tattica o mancano per davvero? Il coordinatore ligure di Forza Italia Enrico Nan continua a ripetere: «Ho una rosa in testa, il nome si saprà solo i primi di febbraio». Le indiscrezioni raccolte negli ambienti azzurri, però, fanno spuntare nuovi potenziali presunti candidati. Dopo l'ex assessore comunale Cesare Donini, l'ex vice sindaco Dario Amoretti, l'ex segretario della Cisl Roberto Grignolo ed il presidente Ascom Alessandro Meraviglia, gli ultimi due nomi usciti sono quelli dell'ex presidente dell'Unione Industriali e attuale numero uno di Ferrania Spa Riccardo Genta e del funzionario dei vigili del fuoco e consigliere comunale Michele Costantini. Su Genta, nome considerato forte soprattutto negli ambienti imprenditoriali, pare ci sia l'interessamento concreto dei vertici nazionali di Forza Italia. Il diretto interessato, però, ha già declinato in quanto «troppo impegnato con l'azienda». Ieri è stato impossibile parlargli per avere ulteriori conferme. Nan, però, non ha chiuso del tutto la porta. «Nella mia rosa il nome di Genta non c'è. Per ora», ha detto da Roma. Per uno come Nan, che finora ha sistematicamente risposto «acqua» ad ogni ipotesi, questo "per ora" è quantomeno un'ammissione di simpatia. Su Michele Costantini, invece, arriva secca la smentita. «Qualcuno nel partito ha fatto questa proposta continua Nan dubito andrà in porto». Quale, allora, l'identikit del candidato? «Savonese doc, senza tessera di partito, di alto profilo. Una personalità molto in vista. Vi ho già dato troppi indizi».

Dario Freccero