Make your own free website on Tripod.com

Dal Secolo XIX del 15/03/2002

L'ATA punta su Varazze vuole l'appalto della spazzatura

L' Ata lancia una nuova sfida alle imprese private che si dividono il ricco business della raccolta dei rifiuti. Dopo essersi aggiudicata a sorpresa, lo scorso anno, l'appalto del servizio ad Albisola Superiore ora l'azienda pubblica, di proprietÓ del Comune di Savona, punta su Varazze, una piazza ancora pi¨ importante e remunerativa. E' scaduto infatti l'appalto della societÓ Ponticelli di lmperia e l'amministrazione Busso ha indetto una nuova gara per il servizio di pulizia delle strade, raccolta dei rifiuti e trasporto. Il Comune propone un contratto biennale di circa 2 milioni e 500 euro, pari a poco meno di 5 miliardi di lire. Un piatto ricco. Ma gestire a Varazze la raccolta dei rifiuti non Ŕ uno scherzo, se si pensa che nei mesi estivi la popolazione triplica. I tecnici dell'Ata stanno facendo proprio in queste ore una valutazione tecnico-economica, da presentare nel giro di pochi giorni al consiglio d'amministrazione. Si tratta di mettere sul piatto della bilancia, da una parte i ricavi derivanti dal servizio, dall'altra i costi per l'azienda, in termini di mezzi e di personale. Sicuramfinte I' Ata vuole accaparrarsi nuove quote di mercato. Ed Ŕ oggi un concorrente insidioso per numerose imprese i private che operano da anni nel settore. Ad Albisola Superiore, lo scorso anno, ha strappato alla concorrenza un appalto di quattro anni, a poco meno di 4 milioni di euro. E fu quello proprio il primo segnale di un deciso cambio di strategie. L'Ata spa fra qualche anno cederÓ quote ai privati che saranno tanto pi¨ stimolati ad investire, tanto pi¨ l'azienda dimostrerÓ di avere spazi sul mercato.