Make your own free website on Tripod.com

Dal Secolo XIX del 21/03/2002

Giacobbe per il dopo Busso 
A due anni dalle elezioni, i giochi per il candidato del centrosinistra a sindaco di Varazze sembrano già fatti

 
Varazze. Sarà Carlo Giacobbe l'erede, almeno a livello di candidatura, di Giovanni Busso? Pur se mancano due anni al rinnovo del parlamentino locale, la corsa alla pole position di candidato nei due opposti centri, destra e sinistra, è già cominciata. E negli ambienti politici si fa con insistenza il nome dell'attuale vice-presidente della provincia, vadese di origine, varazzino di adozione, quale probabile leader della sinistra. La moglie di Giacobbe è Donatella, magistrato, figlia dell'ex pretore di Varazze Vincenzo Aschero. "II mio nome era già stato fatto quale possibile sindaco di Vado. Ora, scopro che mi si "vuole" candidato anche a Varazze. l fatti mi lusingano, ma devo precisare che non ho mai avuto proposte in merito e che non ho mai pensato di essere I'"erede" di Peluffo o Busso. Quando scadrà il mandato in Provincia, mi ritirerò in buon ordine e probabilmente potrò pensare anche ad un'attività privata, conscio di aver accumulato esperienze e professionalità amministrativa coronate da successi". Vado o Varazze, se capitasse l'occasione? "A Vado ho partecipato per anni alla vita sociale e politica. A Varazze vivo da anni e ci sto molto bene. Conosco le diverse realtà dei due centri, pur se di Varazze mi sono occupato specificatamente solo per quanto riuarda problemi di carattere provinciale. Si tratta di due centri strategici nell'economia Savonese, che sono comunque ben amministrati. "
Angelo Regazzoni