Make your own free website on Tripod.com

VARAZZE Ultimatum della lista civica al sindaco Busso

Varazze. Aut-aut di Progetto Varazze 2000 al sindaco Busso: «Lo appoggeremo sino in fondo solo se dimostrerà volontà di realizzare il programma concordato, altrimenti toglieremo l'appoggio alla maggioranza». Il che significherebbe elezioni anticipate se l'eventuale sfiducia dovesse arrivare prima della fine di febbraio. Busso è lapidario: «Prendo atto, e per ora non commento».
Il movimento civico, rappresentato in consiglio dall'assessore Giuseppe Torelli e dal consigliere Anna Ratto, ha composto un "direttivo di transizione" in vista delle amministrative del 2004. L'esecutivo è composto dal presidente Gian Carlo Vedeo, indiscusso leader Dc negli anni '70-'80, dal segretario-tesoriere Gino Pittaluga e dai consiglieri Laura Pesce, Marilena Repetto, Giuseppe Bucca ed Enrico Valle.
«Il direttivo- spiegano Vedeo e colleghi - contatterà le forze politico-economico-sociali per trovare soluzioni comuni alla formazione di una coalizione civica centrista da proporre alla prossima tornata amministrativa. Avevamo dato a Busso un determinante appoggio nel '99, soggetto a verifiche finalizzate ad alcuni progetti. Alcuni programmi sono stati realizzati, altri sono lontani e abbandonati. Contestiamo inoltre al sindaco una gestione "podestarile", con scarso coinvolgimento e rispetto di alcuni assessori e componenti di maggioranza, a differenza di altri. Se le aspettative nostre e soprattutto degli elettori saranno tradite, toglieremo l'appoggio».




Angelo Regazzoni
03/12/2002

Tratto integralmente dal Il Secolo XIX