Make your own free website on Tripod.com
(La Stampa del 6/12/2001 Sezione: Savona Pag. 51)

GLI AMBIENTALISTI DI CAIRO SI OPPONGONO AL PROGETTO DELLA «FILIPPA»
In «marcia» sulla Provincia contro il progetto discarica

CAIRO M. Discarica della Filippa: «Braccheremo la Provincia nella sua tana». Questa la parola d´ordine del «Comitato per la difesa della salute, dell´ambiente e del lavoro» che, questa sera alle ore 21 n el teatro Abba, incontrerà i rappresentanti delle associazioni di categoria. Una riunione «strategica» per organizzare una massiccia delegazione che parteciperà alla Conferenza dei servizi programmata a Savona per il giorno 21. Come nei precedenti appuntamenti, quando delegazioni di centinaia di cairesi avevano sostenuto le ragioni del rifiuto al progetto, così si sta organizzando una «spedizione» altrettanto imponente per l´appuntamento di venerdì 21. Ma con un ulteriore motivo in più. Dicono al Comitato: «Finora solo il Comune di Cairo si era espresso chiaramente, ribadendo un secco rifiuto al progetto della "Ligure Piemontese Laterizi", mentre per il resto era stato un continuo balletto di responsabilità, utilizzando proprio la Conferenza dei servizi come paravento. Ci siamo, però, documentati, ed esiste una circolare regionale che esplicita chiaramente la funzione meramente istruttoria della Conferenza dei servizi e le responsabilità della Provincia che, in caso di variante al piano regolatore, non solo deve tenere in debito conto il parere del Comune, ma anche motivare con assoluta chiarezza e forza i perché della sua eventuale scelta». Questa sera importante appuntamento anche a Ferrania, dove, nella trattoria «La tana dell´orso» è in programma un´assemblea pubblica contro il progetto di un centro di compostaggio proposto dalla società savonese «Ecobios». Si tratterebbe di un impianto di 9100 metri quadri, collocato fra la stazione ferroviaria e Pra Sottano, in grado di ricevere 5 mila tonnellate/anno di rifiuti organ ici trasformandole in 2.100 tonnellate/anno di «composto raffinato» da utilizzare nella attività agricole. Progetto contro il quale tutta la frazione è insorta.

m. ca.