Make your own free website on Tripod.com

La Stampa del 16/1/2002


Forza Italia 
«Viveri non ha diritto di stare in Consiglio» 


ALBENGA 

«Se c´è qualcuno che non ha diritto di sedere in Consiglio comunale, questo è proprio Angelo Viveri. La sua situazione legale, in relazione al contrasto che da anni lo oppone al Comune per via di alcune cause di rilevanza penale, sono tali da esigerne la cacciata dal consiglio comunale». L´accusa è di Angelo Barbero, leader albenganese di Forza Italia, nella sua qualità di consigliere regionale e capogruppo in consiglio comunale, che aggiunge: «Riporterò questo argomento alla decisione del gruppo consiliare di maggioranza. Questa è la nostra risposta ad un atteggiamento, come quello di Viveri, che gioca alla politica del tanto peggio tanto meglio. E non dico cose immotivate: le iniziative di Viveri attorno al Piano tradiscono la volontà di voler congelare la situazione economica albenganese che è legata per tanti aspetti alla ripresa dell´edilizia, dopo lo stallo forzoso degli ultimi anni. Noi abbiamo fatto campagna elettorale affermando alla luce del sole la necessità di ridare il via allo sviluppo attraverso il varo del nuovo piano regolatore. E su questa proposta abbiamo ottenuto la maggioranza». L´attesa per il prossimo consiglio comunale si sta caricando ulteriormente. Non solo si discuterà dei casi di presunti favoreggiamenti ma anche delle condizioni di presunta incompatibilità dell´ex «re rosso» in relazione alle sue molteplici e complicate vicende giuridiche. Le accuse rivolte dalla parte viveriana nei confronti di ambienti della maggioranza lasciamo capire che si tratterebbe di cose «molto gravi» che probabilmente non tutti i consiglieri conoscerebbero. I presunti favoreggiamenti comporterebbero guadagni multimiliardari. I diretti interessati alla vicenda si dichiarano tranquilli e fiduciosi nel corso delle indagini della magistratura che, a quanto pare, sono iniziate prima di Natale con il sequestro di alcuni atti dalla cancelleria comunale.

r.sr.