Make your own free website on Tripod.com

La Stampa del 18/1/2002

POLEMICHE AD ALBENGA 
Da Schneck una querela contro Viveri 


ALBENGA. Dopo 48 ore di accuse pesanti e rovente polemica, è arrivata una presa di posizione dell´architetto Roberto Schneck, uno dei due accusati che avrebbe tratto, secondo «Alternativa Democratica», dalla elaborazione delle controdeduzioni alla variante al Piano Regolatore, vantaggi per i propri familiari. Scrive ora l´architetto Schneck, esponente di Forza Italia ad Albenga: «Le dichiarazioni rilasciate dai rappresentanti di "Alternativa Democratica" sulla vicenda del Piano regolatore della città, che mi vede impegnato come professionista, comparse in questi giorni sulla stampa, in forma virgolettata, sono false e lesive della mia persona, come uomo, come politico e come professionista». E l´architetto Schneck così prosegue: «Comunico di aver dato incarico ai miei legali per tutelare la mia onorabilità fino alla querela di falso con richiesta di danni. Di "miliardi" certamente si parlerà, ma solo quando si tratterà di stabilire il risarcimento che chiederò per i danni patiti e annuncio da subito che li devolverò totalmente in beneficenza». «Alternativa Democratica» ha evidenziato pubblicamente che Schneck, nel redigere una delle varianti al Piano regolatore (che è stato approvate recentemente dal Consiglio comunale), avrebbe cambiato in aumento l´indice di edificabilità di alcuni terreni nel centro di Albenga «passando dallo 0,75 mc/mq consigliato dalla Regione a 1,14 mc/mq, ma per determinate aree, solo per quelle, l´indice è salito addirittura a 1,5 mc/mq (oltre allo stralcio dal calcolo volumetrico di una cubatura già esistente, pari a 10 mila mc.)». Fra le aree «baciate dalla fortuna» ci sarebbe l´area di un parente dell´architetto Schneck. La vicenda, sulla quale la magistratura sta acquisendo documentazione (senza tuttavia per ora iscrivere alcuna persona nel registro degli indagati), sembra destinata comunque a creare sconquassi politici a livello comunale.

r. sr.