Make your own free website on Tripod.com

Da La Stampa del 04/02/2002

MA L´ONOREVOLE ENRICO NAN PER LE COMUNALI PUNTA SU CUNEO, SPERANZA E SU UN TERZO CANDIDATO MISTERIOSO 
Forza Italia conferma Oliva 
E il coordinatore «riabilita» l´ex sindaco Gervasio 

SAVONA 

Nel giorno della riconferma di Pietro Oliva (1174 voti su 1200), Forza Italia «riabilita» Gervasio. In un congresso blindato e privo di grandi contenuti, gli iscritti del «Biscione» hanno avuto tutto il tempo di gironzolare per il Terminal crociere e fantasticare sui candidati per il Comune di Savona. Cuneo, Speranza più un terzo nome di cui pare che solo Enrico Nan e Claudio Scajola conoscano per ora l´identità sono in pole position. Ma per la prima volta Forza Italia ha reso omaggio pubblicamente al «buon governo di Francesco Gervasio». Proprio la posizione dell´ex sindaco ha tenuto desta l´attenzione dell´assemblea. Mentre sul palco si alternavano fior fiore di oratori, nelle ritrovie si facevano strategie sulle candidature. Francesco Gervasio ha sempre un certo seguito nel movimento e poi bisogna considerare che l´ex sindaco intende candidarsi in ogni caso. Per non andare alle elezioni con una spina nel fianco, Forza Italia sta cercando una mediazione. Barlocco, Gaspari e lo stesso futuro coordinatore di Savona Piero Astengo vorrebbero dare una seconda chance a Gervasio mentre Nan sembra intenzionato a battere nuove strade. Gervasio e il coordinatore regionale ieri si sono anche incontrati ma l´impressione è che alla fine ognuno sia rimasto della propria opinione: Nan ancora in cerca di nomi nuovi e Gervasio di rivincita. Sempre le voci di corridoio parlano di un interessamento di Forza Italia anche per Cesare Badoino. Per il resto il secondo congresso di Forza Italia non ha offerto molto. Al Terminal crociere ieri mattina si erano radunati circa 300 iscritti. Dopo il saluto dell´onorevole Gregorio Fontana, ha preso la parola Enrico Nan: «A Savona c´è ancora il 36 per cento di indecisi e quindi non partiamo battuti». Il sondaggio pare che al momento accrediti Ruggeri del 54 per cento dei suffragi. Pietro Oliva, coordinatore «uscente-entrante» come hanno detto i forzisti, ha fatto il riassunto dell´attività degli ultimi quattro anni e poi ha spezzato una lancia per Gervasio: «A Savona molti ancora rimpiangono il suo buon governo». Sinora Forza Italia con una dose di inverosimile masochismo aveva sempre criticato il suo ex sindaco. Il vicepresidente regionale Franco Orsi ha improntato il suo intervento all´insegna del «volemose bene»: «Visto che ci sono elezioni imminenti non avrebbe avuto senso sprecare energie per combattere sulla leadership del partito. Dopo questo congresso unitario il nostro impegno sarà piuttosto quello di far radicare il partito nella società civile con scelte importanti sui problemi da troppi anni irrisolti». L´accordo Nan-Orsi aveva tolto sale al congresso, visto che era rimasto sul campo un solo candidato (Oliva). In cambio il vicepresidente regionale ha piazzato i suoi fedelissimi in postazioni strategiche: Carlo Cipollina in direttivo (insieme a Oliva, Bracco, Delfino, De Franceschi, Diotto e Richeri) e Maurizio Zunino nelle funzioni di delegato del collegio di Savona. 
Ermanno Branca