Make your own free website on Tripod.com

Da La Stampa del 05/02/02

IL MINISTRO DEGLI INTERNI E´ CONVINTO DI POTER VINCERE ALLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI MAGGIO 
«Forza Italia ora è più forte» 
La soddisfazione di Scajola dopo i congressi 

SAVONA 

Il ministro dell´Interno Claudio Scajola sottolinea con enfasi l´esito dei congressi di Forza Italia: «Sono molto soddisfatto. Il presidente Berlusconi , parlando alla riunione dei gruppi parlamentari, aveva auspicato che dalla stagione dei congressi il partito uscisse fortificato per costituire uno stimolo valido ed efficace per il Governo. I quattro congressi provinciali di Forza Italia che si sono svolti ieri in Liguria, hanno dimostrato la compattezza di un partito vivo, ormai radicato tra la gente, capace di andare incontro alle aspirazioni di ognuno. Laddove è stato possibile, la soluzione è stata unitaria, ma anche dove tale risultato non c´è stato, il dibattito si è dimostrato utile ai fini della crescita del partito perchè non è stato fine a se stesso ma mirato al raggiungimento di quello che in questo momento è l´obiettivo primario: sostenere e dare forza al Governo e al suo grande sforzo di cambiamento». Prosegue il ministro Scajola: «Bravi, quindi, i dirigenti e bravi, soprattutto, gli amministratori che in questi pochi mesi hanno conquistato fiducia e considerazione. A pochi mesi dalla nuova consultazione elettorale, che chiamerà alle urne in Liguria gli elettori di ben tre capoluoghi provinciali, questo grande risultato apre alla Casa delle libertà nuove possibilità di affermazione. Anche il Comune di Genova e la sua Provincia oggi sono a portata di mano, perchè la crisi della sinistra è più profonda di quanto si sospettasse e perchè Forza Italia si sta dimostrando ogni giorno di più partito di buon governo». Conclude Scajola: «Infine un grazie particolare alle donne e agli uomini di Forza Italia, che in sede congressuale non hanno avuto dubbi, scegliendo con saggezza i loro rappresentanti. Ad essi vanno, naturalmente, gli auguri più sinceri di buon lavoro».