Make your own free website on Tripod.com

La Stampa del 11/4/2002 


Varazze, nuovo sì per il porticciolo 
La commissione edilizia comunale approva il progetto Giostel 

VARAZZE 

La commissione edilizia del Comune di Varazze ha approvato il progetto di ampliamento del porto. Un passo avanti importante, decisivo. Venerdì prossimo il piano andrà all´esame del Consiglio comunale e salvo sorprese ormai improbabili, la Giostel riuscirà a realizzare l´allargamento dello scalo. Dopo 17 anni di tentativi e 26 dalla primissima stesura, il progetto di «Gabetti e Isola» trasformerà il porticciolo varazzino in uno degli scali più moderni del Mediterraneo. Spiega il vicesindaco Gerolamo Carletto: «Stiamo portando a compimento un´operazione di grande importanza per lo sviluppo di Varazze. Il progetto è prestigioso e ci consentirà di fare un grande salto di qualità sotto l´aspetto dell´offerta turistica e anche di quella occupazionale». 
A MARE L´area di intervento è di 235 mila metri quadrati di cui 145 mila di specchio acqueo e 7500 di pontili. Le opere a mare prevedono due dighe foranee, una banchina a riva ampliata rispetto a quella attuale il cui profilo seguirà la naturale linea della costa. Ci saranno tre ordini di pontili principali fissi e quelli trasversali, sempre fissi, per l´ormeggio con andamento curvilineo. Nell´insieme il complesso sembrerà un anfiteatro. Sono previsti in tutto 858 posti barca compresi quelli per il transito con dimensioni da 10 a 25 metri. Per quanto riguarda i pontili pubblici, che saranno mobili e radicati alla base del molo di sottoflutto, i posti saranno 86.
A TERRA Sono previsti edifici per accogliere attività artigianali, commerciali, di servizio e una quota di edilizia residenziale pari al 20-25 per cento del volume totale: in tutto 4.700 metri cubi. L´edificio principale si snoda lungo la banchina a riva seguendone l´andamento curvilineo. Le strutture si ispirano agli stabilimenti balneari liguri dei primi del Novecento. Le coperture dei tetti saranno in rame antichizzato. L´edificio prevede anche spazi pubblici all´aperto collegati tra loro da passaggi coperti. Ci saranno attività commerciali, di ristorazione e le abitazioni. Alle spalle di questo corpo centrale sarà realizzata un´autorimessa coperta con una piastra superiore adibita a parcheggio. In tutto i posti auto saranno 904 di cui 228 ad uso pubblico. Nell´area di Punta Aspera saranno costruiti capannoni per le attività artigianali (in tutto 3250 metri quadrati). L´importo totale dei lavori è di 44,3 milioni di euro. Conclude il vicesindaco Gerolamo Carletto: «Tutta la zona di Punta Aspera sarà rivalutata con una zona di 4700 metri quadrati destinata a verde. Per quanto riguarda l´iter burocratico, l´inizio dei lavori è previsto entro sei mesi dall´approvazione del progetto da parte della Conferenza dei servizi, che si riunirà probabilmente entro giugno. La durata dei lavori è prevista tra i 42 e i 48 mesi». 
Paride Pasquino